Ottenere un’abbronzatura perfetta

Se vi state chiedendo perché non ci sono più molti post in questo periodo forse è il caso che cominciate a godervi anche voi un pò di sole e vacanze :D Tutto lo staff di GiardiniBlog è in spiaggia alla ricerca dell’abbronzatura perfetta! abbronzatura-perfetta Diamo qualche nozione e consiglio per avere un colore dorato e uniforme ;) E’ importante capire che la famosa melanina determina principalmente il colore della pelle dell’uomo. La continua esposizione al sole, stimola la produzione di melanina che è il meccanismo che la pelle usa per proteggersi dai raggi ultravioletti. Al sole bisogna sempre proteggersi e considerare altri fattori oltre al sole: sabbia, acqua, neve, sono tutte superfici riflettenti che amplificano l’effetto dei raggi ultravioletti. Da non sottovalutare, l’effetto lente delle gocce d’acqua, una volta che ci siamo fatti un bagno e ci esponiamo al sole per asciugarci.

  • Perché usare la protezione solare?

Ovviamente per evitare scottature nei primi giorni di esposizione e soprattutto perché i solari proteggono dagli effetti negativi delle radiazioni UVA (responsabili dell’invecchiamento della pelle) e UVB che a lungo andare potrebbero causare mutazioni nei melanociti e provocare nei casi più gravi anche tumori. Inoltre, un protettivo solare, mantiene l’idratazione degli strati più superficiali della pelle consentendo di mantenere più a lungo l’abbronzatura ed evitando ovviamente una facile disidratazione (non avrete spellature antiestetiche :p ). Il fattore di protezione delle creme, è un indice di quanto tempo è possibile stare al sole senza scottarsi. E’ bene scegliere tra i vari prodotti, quello che è resistente all’acqua e ha un fattore di protezione adeguato al nostro fototipo.

  • Come ottengo una bella abbronzatura?

Esporsi in modo graduale per una settimana; successivamente l’abbronzatura sarà più duratura e si potrà rimanere al sole più a lungo. I momenti migliori per abbronzarsi sono fino alle 11 del mattino, quindi non sperate di ottenere un colore dorato se vi alzate dopo le 13 perché la sera prima siete andati a ballare. Da evitare sono le ore più calde del giorno, ovvero tra le 11 e le 15. Prendere sole il tardo pomeriggio è un buon modo per abbronzarsi molto gradualmente. Stare in movimento e cambiare spesso posizione aiuta a distribuire omogeneamente le radiazioni solari su tutto il corpo. Ricordatevi che la pelle si abbronza anche all’ombra!

  • Come influisce l’alimentazione?

Con il caldo, il nostro corpo ha bisogno di sostanze nutritive idratanti che aiutano la pelle a combattere le aggressioni dei raggi UV.

Durante il processo di produzione della melanina, quindi con il caldo, la pelle consuma più velocemente gli antiossidanti naturali ed in particolare la vitamina C e la vitamina E, per neutralizzare l’azione dei radicali liberi. Reintegrandole di continuo, insieme alle vitamine A e B, si mantiene sempre attivo il processo di idratazione della pelle e di tutto l’organismo.

E’ importante aumentare il consumo giornaliero di acqua e introdurre alimenti che contengono vitamine e minerali utili alla pelle e con proprietà antiossidanti. I cibi che hanno queste caratteristiche sono frutta e verdura, soprattutto melone, anguria, albicocche, pesche, carote, peperoni e pomodori che proteggono la pelle e aiutano ad ottenere un’ottima abbronzatura.

  • Devo usare oli abbronzanti?

Una volta raggiunto un buon grado di abbronzatura può essere utile far perdurare il colore o scurirsi un po’ di più con l’uso di oli. Sono consigliati quindi a chi è già abbronzato o è un fototipo più scuro. Gli oli favoriscono la lucentezza della pelle e l’assorbimento dei raggi UV. Sono da usare con molta cautela perché la protezione che forniscono è quasi nulla. Le acque solari sono da evitare in quanto hanno un fattore di protezione bassissimo e non servono ai fini dell’abbronzatura.

  • E il doposole?

Il doposole andrebbe sempre usato perché dopo l’esposizione la pelle deve mantenere idratazione ed elasticità. Inoltre sono sostanze lenitive e rinfrescanti che danno una piacevole sensazione di freschezza e sollievo. Il consiglio finale è quello di avere pazienza (come in tutte le cose) e usare sempre e comunque creme protettive/idratanti. Per ulteriori informazioni sugli effetti dei raggi UV sulla pelle leggete qui.

Buona abbronzatura :D
2 SCRIVI COMMENTO
Questi articoli potrebbero interessarti:
  • La diffusione degli smartphone e tablet è in continuo aumento ed a farla da padrona sono soprattutto i dispositivi funzionanti con sistema operativo Android ...

  • Anche quest'anno SplashData ha stilato la classifica de "Le peggiori password del 2012". La classifica elenca le 25 password più comuni utilizzate a livell ...

  •   Navigare su internet oltre a essere un favoloso passatempo, ormai vuol dire anche esporsi a minacce come virus, worm, spyware e trojan. Avere un ...

  • Le schede di memoria Micro Sd sono attualmente i supporti più utilizzati per memorizzare dati come foto, video, musica, app e tanto altro su smartphone, mac ...

  • Anche quest'anno Google presenta la lista delle ricerche più popolari che hanno avuto maggiore tendenza durante l'anno con Zeitgeist 2013. Le categorie del ...

  • Spesso quando vogliamo creare un bigliettino di auguri o vogliamo scrivere un documento un po più originale, siamo costretti ad accontentarci dei pochi font ...

  • One Plus One è uno smartphone che sta facendo parlare molto di sé, annunciato ad Aprile e commercializzato da Giugno 2014, presenta caratteristiche hardwa ...

  • Torniamo nuovamente a parlare di Jailbreak e di modifiche al sistema operativo nativo di Apple per iPhone, iPad e iPod Touch.Questo articolo può consi ...