Come si calcola l’IMU 2018, formula ed esempio pratico

L’IMU ovvero Imposta Municipale Unica è l’imposta che deve essere pagata da tutti i proprietari di immobili a eccezione della prima casa non di lusso. Rispetto al 2017 non cambia nulla, infatti con la legge di Bilancio 2017, art. 1, comma 42 della Legge 232/2016 vengono confermati i bloccchi degli aumenti alle aliquote IMU e TASI 2018 dei Comuni rispetto al precedente anno, se non in caso di delibera comunale.

Come si calcola l'imu

Scadenze IMU per il 2018

L’IMU andrà pagata o in 2 rate (acconto e saldo), come indicato qui sotto o è possibile anche pagare l’intera somma tutta entro il 18 giugno 2018.

  • Acconto va versato entro il 18 giugno 2018
  • Saldo entro il 17 dicembre 2018

Come si calcola l’IMU 2018 Formula

Per il Calcolo IMU, abbiamo bisogno della Rendita Catastale, che si può recuperare attraverso una visura catastale o in alcuni comuni direttamente online.

Ora passiamo al calcolo vero e proprio:

  • Rendita Catastale + 5%, il risultato ottenuto va moltiplicato per un coefficiente a seconda del tipo di immobile (160 per le abitazioni e pertinenze, 80 per uffici, 55 per negozi).
  • Con le operazioni appena descritte, avremo ottenuto la base imponibile alla quale va aggiunta l’aliquota, che viene stabilita dal comune di appartenenza dell’immobile.
  • Alla fine di queste operazioni, se l’immobile è adibito a prima casa appartiene alla categoria catastale A1, A8 e A9 (case di lusso come ville, castelli, case signorili, escluse le villette di categoria A7), va applicata la detrazione, che ha un valore base di 200 euro e che ogni comune ha facoltà di aumentare.

Esempio pratico del calcolo

Facciamo ora un esempio pratico con una rendita catastale di 1000 euro e un’aliquota del 10,6 per mille.

  • 600 euro + 5% = 630 euro (per semplicità di calcolo potete fare anche 1000×1,05)
  • 630 euro x 160 = 100.800 (abbiamo applicato coefficiente per abitazione = 160)
  • 100.800 diviso 1000 per 10,6 = 1068,48 euro (abbiamo applicato aliquota del 10,6 per mille)

Se la nostra casa appartiene alla categoria catastale A1, A8 e A9, dovremo detrarre a 1068,48 euro la somma di 200 euro = 868,48 euro

La nostra IMU, se ad esempio è di 1068,48 euro, andrà pagata metà entro il 18 giugno = 534,24 euro e l’altra metà di 534,24 euro entro il 17 dicembre.


Riduzioni IMU

Le aliquote IMU per il 2018 saranno ridotte al 75% per tutti gli immobili locati a canone concordato come:

  • Contratti dedicati a studenti universitari con durata da 6 mesi a 3 anni;
  • Contratti agevolati con durata di 3 anni e con 2 anni di rinnovo;
  • Contratti transitori, con una durata che va da 1 a 18 mesi, solo nel caso vengano stipulati nei Comuni in cui il canone deve essere stabilito dalle parti applicando gli Accordi territoriali.

Aiuto nel calcolo, dove trovarlo

Per venire incontro a chi si chiede come si calcola l’Imu, ho raccolto la maggior parte dei siti che vi permettono online di calcolare l’Imu in modo semplice e veloce:

Attendi...