Come ricaricare una PostePay – Tutti i modi possibili per farlo

Hai attivato una carta prepagata PostePay ma non sai come versarci sopra i soldi?
Ci sono tanti metodi per ricaricare una PostePay, devi solo scegliere quello per te più comodo!
In questa guida ti mostrerò tutti i metodi disponibili per ricaricare una PostePay o una PostePay Evolution (l’ultima versione della carta con supporto al Contactless).

Se sei interessato ad attivare una PostePay puoi seguire la procedura online o raggiungere l’ufficio postale più vicino a te.
Per attivare una PostePay ti basta visitare il seguente indirizzo Web.

LINK | PostePay

Per trovare invece l’ufficio postale più vicino puoi utilizzare il servizio offerto dal sito delle Poste.

LINK | Trovare un ufficio postale

Come ricaricare una PostePay

Ricaricare Postepay tramite Ufficio postale

Il metodo più semplice per ricaricare una PostePay è recarsi presso l’ufficio postale.
Una volta giunti lì bisognerà (nella stragrande maggioranza degli uffici) prenotare l’operazione allo sportello recuperando il ticket riservato ai movimenti finanziari (quindi niente bollettini o servizio postale).
All’operatore presente allo sportello chiedi di ricaricare la PostePay della cifra desiderata.
Puoi pagare la ricarica in contanti, con un’altra carta PostePay, con una carta Bancoposta o chiedendo di scalare i soldi dal tuo conto corrente postale.

Per svolgere correttamente l’operazione ricordati di portare con te carta d’identità, la carta PostePay e codice fiscale, che possono essere richiesti.

TIP: puoi far ricaricare la PostePay anche da un parente; quest’ultimo può recarsi in ufficio postale con il suo codice fiscale, il tuo codice fiscale, un documento di riconoscimento e il numero della carta PostePay da ricaricare.


Ricaricare Postepay tramite ATM Postamat

I Bancomat presenti presso fuori o all’interno degli uffici postali prendono il nome di Postamat e permettono di ricaricare la PostePay anche quando l’ufficio postale è chiuso o c’è troppa folla.

Come ricaricare una PostePay

Ricaricare una PostePay al Postamat è semplice:
recati presso l’ATM ed inserisci una qualsiasi carta di credito o di debito supportata (BancoPosta, un’altra PostePay o una carta di credito Visa, Visa Electron, Mastercard o Maestro).
Digita il PIN della carta che stai utilizzando (non della PostePay!) e, tra le opzioni disponibili, scegli Ricarica PostePay.
Ti verrà chiesto di digitare il numero della carta PostePay da ricaricare e la somma da versare.
Dopo la conferma avrai effettuato la ricarica!


Ricaricare Postepay a domicilio (con portalettere)

Alcuni postini dispongono di un POS portatile con cui possono effettuare delle semplici operazioni bancarie; tra queste c’è anche la ricarica PostePay.
Se il tuo portalettere è abilitato, ti basterà comunicargli la volontà di ricaricare una PostePay.

Come ricaricare una PostePay

Il portalettere abilitato di chiederà una carta da cui prelevare i soldi (BancoPosta, un’altra PostePay o una carta di debito del circuito Maestro) e il numero della carta PostePay da ricaricare.
In pochi e semplici passaggi avrai ricaricato la PostePay a domicilio.

Puoi anche concordare l’arrivo di un portalettere abilitato chiamando il numero 803.160.


Ricaricare Postepay tramite Sito Poste Italiane

Se ami l’home banking puoi ricaricare una PostePay anche dal sito ufficiale di Poste Italiane.
Apri il sito delle Poste Italiane dal seguente link.

LINK | Poste Italiane

Clicca in alto su Area Personale ed effettua l’accesso con i tuoi dati.
Accederai al cruscotto, dove troverai anche la voce BancoPosta.

Come ricaricare una PostePay

Aprila e, tra le opzioni disponibili, clicca su Ricarica PostePay.

Come ricaricare una PostePay

Ti verrà chiesto quale carta ricaricare tra quelle in tuo possesso o digitando un numero di un’altra carta PostePay.


Ricaricare Postepay tramite App

Se sei in giro e devi effettuare al volo una ricarica alla carta prepagata puoi utilizzare anche le App di Poste Italiane per ricaricare una PostePay.
Le uniche cose di cui avrai bisogno sono i dati d’accesso per i servizi delle Poste e il numero di carta PostePay (se non è tua, altrimenti sarà già associata al tuo conto).

L’app PostePay (disponibile per Android e iOS) permette di ricaricare una PostePay utilizzando un’altra carta PostePay (trasferimento di denaro).
Puoi scaricarla gratis dai seguenti link.

DOWNLOAD | PostePay (Android)

DOWNLOAD | PostePay (iOS)

L’App BancoPosta (disponibile per Android e iOS) permette di ricaricare una PostePay utilizzando i conti correnti delle Poste o le carte associate (Maestro e Postamat).
Puoi scaricarla gratis dai seguenti link.

DOWNLOAD | BancoPosta (Android)

DOWNLOAD | BancoPosta (iOS)

Infine con l’app PosteMobile (disponibile per Android e iOS) puoi ricaricare una PostePay utilizzando i servizi offerti insieme alla SIM.
Con PosteMobile puoi ricaricare la tua PostePay o un’altra PostePay, basta fornire il numero di quest’ultima.
Con questo metodo puoi anche effettuare una ricarica senza avere connessione ad Internet:
ti basterà associare il conto BancoPosta o un’altra PostePay come sistema di pagamento per la SIM PosteMobile ed utilizzare i servizi integrati nel menu SIM del telefono.
Puoi scaricare l’app gratis dai seguenti link.

DOWNLOAD | PosteMobile (Android)

DOWNLOAD | PosteMobile (iOS)


Ricaricare Postepay tramite Ricevitorie SISAL

Un altro metodo per ricaricare una PostePay è recarsi presso una delle ricevitorie del circuito SISAL abilitate.
Se non sai dove trovarle ti basta visitare il seguente link per trovare quelle più vicino a te o trovare le ricevitorie della città che devi visitare.

LINK | Ricevitorie SISAL

Come ricaricare una PostePay

La ricarica può essere effettuata solamente in contanti da un minimo di 1€ fino ad un massimo di 997,99€.
Per effettuare la ricarica basta conoscere il numero di carta PostePay e presentare il codice fiscale del proprietario della carta.
Se la ricarica è per conto di terzi potrebbe essere necessario anche il codice fiscale di chi effettua la ricarica.


Ricaricare Postepay tramite Tabaccherie convenzionate Banca ITB

Puoi ricaricare una PostePay se nelle vicinanze hai una tabaccheria convenzionata con Banca ITB.
Queste tabaccherie puoi riconoscerle dalla vetrofania presente all’ingresso simile a quella visibile nell’immagine in basso.

Come ricaricare una PostePay

La ricarica può essere effettuata in contanti con importo minimo di 1€ fino ad un massimo di 997,99€.
Per effettuare la ricarica basta conoscere il numero di carta PostePay e presentare il codice fiscale del proprietario della carta.

Non sai dove trovare le tabaccherie convenzionate?
Utilizza il seguente link per trovare le tabaccherie convenzionate ITB presenti nella tua zona.

LINK | Tabaccherie ITB


Ricaricare Postepay tramite Conto online BPM (Banco BPM)

Se sei il titolare di un conto corrente di una banca del gruppo BPM (Banca Popolare di Milano, Banca Popolare di Verona, Banca Popolare di Novara, Banca Popolare di Lodi, Credito Bergamasco, Banco S.Geminiano e S.Prospero, Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno, Banca Popolare di Cremona, Banca Popolare di Crema, Banco di Chiavari e della Riviera Ligure, Banco San Marco, Banca Popolare del Trentino, Cassa di Risparmio di Imola, Banco Popolare Siciliano) puoi ricaricare una PostePay accendendo ai servizi di home banking.

Per ricaricare ti basterà accedere con le tue credenziali al conto corrente BPM tramite il seguente link (o quello fornito dalla banca di appartenenza) ed inserire il numero di carta PostePay da ricaricare, comprensivo della somma da trasferire.

Aggiornamento Luglio 2017: A seguito della fusione fra Banca Popolare di Milano e Banco Popolare, il sistema di BPM home banking di è stato sostituito con YouWeb. Consultate qui le istruzioni per accedere con le vostre credenziali.

LINK | Banco BPM


Ricaricare Postepay tramite PayPal

Un altro comodo metodo che ti segnalo per ricaricare una PostePay si avvale dell’utilizzo di PayPal, il famoso servizio di intermediazione finanziaria molto utilizzato per lo shopping online e per lo scambio di denaro.

Ricaricare è semplice: accedi a PayPal e associa la tua carta PostePay utilizzando la voce Collega conto bancario o carta presente in home.

Come ricaricare una PostePay

Inserisci il numero di carta PostePay, la data di scadenza e il CCV2 per autorizzare le operazioni.
Una volta associata puoi ricaricare la PostePay trasferendo tutto o solo una parte del credito PayPal utilizzando la voce Trasferisci denaro presente in home, proprio nella sezione dove è presente il saldo disponibile su PayPal.

Come ricaricare una PostePay

Seleziona la carta PostePay nella finestra che si aprirà ed indica la cifra da trasferire (il limite massimo corrisponde alla cifra presente sul saldo PayPal).
I tempi di ricarica sono però più lunghi (dai 5 ai 7 giorni lavorativi) e si paga 1€ di commissione fino a 99,99€; per somme superiori il trasferimento di denaro è gratuito.
Puoi utilizzare PayPal per ricaricare una PostePay dal seguente link.

LINK | PayPal


Ricaricare Postepay tramite Bonifico Bancario (solo Evolution)

Ho inserito questo metodo per ultimo in quanto è possibile ricaricare solo la Postepay Evolution tramite bonifico bancario e non quella Standard. Per quale motivo? La Postepay Evolution è dotata di Iban bancario e quindi ha la possibilità di ricevere bonifici da qualsiasi paese dell’Area Sepa.

L’Iban della Postepay Evolution lo trovi direttamente stampato sulla carta.

Tramite qualsiasi conto bancario o banca puoi effettuare un bonifico per ricaricare la Postepay Evolution.

(I paesi Europei dell’area Sepa sono 33, Italia, Germania, Francia, Spagna, Portogallo, Grecia, Austria, Finlandia, Irlanda, Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo, Slovenia, Cipro, Malta Estonia e Slovacchia, Regno Unito, Svezia, Danimarca, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria, Bulgaria, Romania e Croazia,Svizzera, Norvegia, Islanda, Liechtenstein, Principato di Monaco).


Quanto costa ricaricare una PostePay?

Concludo la guida mostrandoti in basso tutti i costi (commissioni) dei metodi segnalati finora per ricaricare una PostePay.

  • Ufficio Postale: 1€
  • Sportelli ATM Postamat (utilizzando un’altra PostePay): 1€
  • Sportelli ATM Postamat (utilizzando carte PagoBancomat): 2€
  • Sportelli ATM Postamat (utilizzando carte Visa, Visa Electron, VPay, Mastercard, Maestro): 3€
  • Portalettere abilitato: 1€
  • Sul sito delle Poste Italiane o sul sito PostePay: 1€
  • Ricariche via app: 1€
  • Ricevitorie SISAL: 2€
  • Ricevitorie convenzionate ITB: 2€
  • Conto online banca BPM: 2€
  • Trasferimento via PayPal (fino a 99,99€): 1€
  • Trasferimento via PayPal (oltre i 100€): gratuito
Attendi...