Recensione DJI Phantom 4

Quando i primi droni sono apparsi a livello commerciale, non erano altro che giocattoli con un controllo remoto, incapaci di volare autonomamente. Con l’implementazione del GPS si è iniziato a fare qualche passo in avanti ma il drone non era ancora in grado di seguire le persone in modo intelligente evitando ostacoli come ad esempio alberi.

All’ultimo CES di Las Vegas, negli ultimi due anni abbiamo finalmente visto droni che potrebbero percepire ed evitare gli ostacoli del mondo reale. Ma quelli erano solo dei droni dimostrativi, progetti di ricerca e sviluppo che finora non sono stati resi disponibili in commercio.dji phantom 4

Da pochissimi minuti è stato presentato il nuovissimo drone di casa DJI, ovvero il DJI Phantom 4, che è uno dei primi droni a livello commerciale che può vedere il mondo intorno a sé e regolarsi di conseguenza, ad esempio pilotandolo verso un muro, il DJI Phantom 4 frenerà prima di sbatterci riconoscendo il muro come un ostacolo.

Quest’innovazione è merito di ben cinque telecamere: due sulla parte anteriore e due sul fondo, più quella principale in 4K, fotocamera utilizzata sempre e comunque come telecamera principale per catturare video e foto. Le immagini catturate da queste telecamere sono gestite attraverso il software di visione artificiale che costruisce un modello 3D del mondo intorno a sé che il drone può intelligentemente interpretare.

Chi ha già testato il Phantom 4 è rimasto colpito da quanto lavori bene il software in autonomia evitando ostacoli come muri, edifici, persone, permettendo di effettuare alcuni scatti piuttosto audaci. Con DJI Phantom 4, secondo il CEO DJI Frank Wang, “si entra in un’era in cui anche i principianti possono volare con fiducia”.

dji phantom 4 evitare ostacoli autonomamente

I nuovi sensori rendono il DJI Phantom 4 più stabile. Ora possiede due telecamere e due sensori a ultrasuoni nella parte bassa, il doppio rispetto al modello precedente, con una capacità migliorata di cinque volte nel mantenere la sua posizione come se fosse stato congelato in aria nonostante le condizioni del vento.

Una delle novità che rendono autonomo il DJI Phantom 4, è l’Active Track, una funzionalità che consente al drone di seguire un soggetto in movimento, anche se questo è sprovvisto di un tracker GPS. Il funzionamento è semplice, si disegna un rettangolo sullo schermo intorno al soggetto che vogliamo seguire (come potete vedere nell’immagine sotto), qualsiasi esso sia: un corridore, un auto da corsa o mountain bike, e dopo aver premuto “GO” sul display il drone inizia a seguirlo, permettendo di fare riprese e foto in perfetta autonomia, seguendolo fino a una distanza minima di 1,5 metri. Il computer di bordo del DJI Phantom 4  costruisce un modello 3D di questo soggetto per tenerlo inquadrato. Il pilota può utilizzare il telecomando per effettuare le regolazioni di fino per le impostazioni di messa a fuoco, di inquadratura o nell’utilizzo della fotocamera.

ActiveTrack Phantom 4 in azione

Per chi pilota droni da tempo, nonostante l’esperienza è difficile eseguire una perfetta orbita a 360 gradi intorno ad un soggetto, soprattutto se questo è in movimento. Invece con l’Active Track basta scegliere un soggetto e si sceglie se andare a destra o a sinistra per eseguire un’orbita perfetta.

dji-phantom-4-in-volo

Un’altra funzionalità è il Tap Fly, che permette di volare in una direzione specificata, con un tocco del dito, senza un comando a distanza. Con la funzione Obstacle Avoidance accesa, il velivolo permetterà di evitare automaticamente gli ostacoli, rallentare o librarsi in caso di necessità, a condizione che la scena è abbastanza luminosa (<300 lux) o troppo luminoso (> 10.000 lux).

Altre funzionalità, sono la capacità di ritornare automaticamente alla base una volta trovato un ostacolo.

Esteticamente il Phantom 4 appare praticamente identico rispetto al suo predecessore, ma solo i proprietari dei precedenti Phantom più esperti noteranno una serie di piccole modifiche all’hardware e al design rispetto al modello precedente. Esteticamente il corpo e le gambe sono state snellite per una migliore aerodinamica. La sospensione cardanica (gimbal) è completamente nuova, assorbendo in modo migliore le vibrazione e offrendo più stabilità. Possiamo vedere che la fotocamera è fissata su entrambi i lati sul DJI Phanotm 4. Una gran parte della sospensione cardanica è stata spostata all’interno del corpo del drone, secondo DJI questo riduce la resistenza e allinea meglio la telecamera con il centro di gravità del drone.

telecamera dji phantom 4

Nonostante il corpo del drone sia più snello il Phantom 4 è 100 grammi più pesante rispetto al suo predecessore. Il peso in più proviene soprattutto dalla batteria, che è stato ampliata da 4480 mAh a 5350 mAh. DJI portando l’autonomia da 25 a 28 minuti con una singola carica, cosa non da poco visto che la dotazione hardware è aumentata, con la presenza di nuove telecamere, sensori e del processore e 5 km di copertura.

La velocità massima di questo drone può arrivare fino a ben 72,4 km/h con la funzione “Sport Mode”.

motore dji phantom 4
La parte bassa del Phantom 4 è ora color grigio, gommoso, rompendo l’estetica completamente bianca utilizzata su Phantom fino ad ora. Le bande colorate sulle braccia del drone, che sono stati utilizzate fino ad ora per differenziare i modelli precedenti, sono state rimosse ed i motori sono ora esposti con un colore di un grigio metallizzato luccicante al posto del bianco plasticoso. Il design complessivo è un po ‘più aggressivo.

Si è lavorato anche sull’aspetto sicurezza, introducendo eliche autobloccanti di nuova concezione e doppia bussola per evitare di perdere l’orientamento.

La fotocamera del DJI Phantom 4 presenta ottiche migliorate rispetto al modello precedente il ché ha ridotto l’aberrazione cromatica, aumentando anche la nitidezza negli angoli. Il sensore della fotocamera registra alla risoluzione 4K ( 30 fps ), come nel modello precedente, ma nella risoluzione FHD 1080p arriva a un maggior numero di fps ovvero 120. Presente Lightbridge, ovvero un sistema di trasmissione digitale in streaming delle immagini riprese onboard con una risoluzione di ben 720p fino alle distanza di ben 5 Km, sistema di trasmissione che non è detto sia presente su successivi modelli di DJI Phantom 4 più economici.

Ecco un quadro completo delle risoluzioni supportate dalla fotocamera:
  • UHD: 4096×2160 (4K) 24/25p
  • 3840×2160 (4K) 24/25/30p
  • 2704×1520 (2.7K) 24/25/30p
  • FHD: 1920×1080 24/25/30/48/50/60/120p
  • HD: 1280×720 24/25/30/48/50/60p

PREZZO E DOVE ACQUISTARE DJI PHANTOM 4

Il nuovo DJI Phantom 4 non è più conveniente rispetto alle versioni precedenti: infatti a 1599 €, è più costoso rispetto alla al Phantom 3 al momento del rilascio. Ma il passo fatto da DJI verso i consumatori, specialmente i principianti, è diverso questa volta e molto più accentuato. Con la nuova suite di funzionalità ci sono molte meno probabilità di distruggere il vostro drone, ottenendo comunque grandi riprese aeree senza un bagaglio di esperienza eccessivo.

Potete acquistare il DJI Phantom 4 a questo link presso il sito del costruttore: Link Acquisto DJI Phantom 4

Nel frattempo il prezzo di ogni modello Phantom 3 è già stato ridotto di € 200 o più. Per il suo ultimo modello, DJI ha anche ottenuto un partner commerciale di alto livello, infatti a partire dal 1 marzo, il Phantom 4 sarà disponibile per l’acquisto sia su DJI.com che su Apple.com mentre gli acquirenti riceveranno il drone a partire dal 15 marzo.

In alternativa potete acquistare gli altri modelli più economici:
O per chi vuole veramente esagerare i modelli professionali:

GALLERIA FOTOGRAFICA

VIDEO DESCRITTIVO DEL DRONE E DELLE FUNZIONALITA’

Vi lascio ora con 2 video di questo fantastico gioiellino, nel primo potete vedere le fantastiche funzionalità Active Track e Tap Fly:

Caratteristiche tecniche DJI Phantom 4 e confronto con Phantom 3:

Phantom 4Phantom 3 Professional e Advanced
Peso comprensivo di batteria1380 g1280 g
Velocità di volo massima20 m/s (Sport Mode)16 m/s (Atti Mode)
Velocità di ascesa/discesa massima6 m/s in ascesa (Sport Mode);4 m/s in discesa (Sport Mode)5 m/s in ascesa;3 m/s in discesa
Tempo di volo28 minuti 23 minuti
Sistema di rilevamento ostacoliSì, la gamma effettiva è 0,7-15 mNon presente
Vision Positioning SystemSì, la gamma effettiva è 0-10 mSì, la gamma effettiva è 0,3-3 m
Registrazione video al rallentatoreSì con risoluzione: 1920*1080@120fpsNon presente
Capacità batteria5350 mAh4480 mAh